Emergenza Calore estate 2018: linee di indirizzo per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Questo articolo è stato letto 318 volte
Emergenza Calore 2018: obiettivi, soggetti interessati, consigli utili per evitare danni derivanti da ondate improvvise di calore
A seguito della D.G.R. n. 843 del 22 luglio 2013 – “linee di indirizzo per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute – Aggiornamento marzo 2013” è stato elaborato il Piano Calore Regionale all’attuazione del quale concorrono: le Prefetture di Terni e Perugia, i servizi di programmazione sociale, socio-sanitaria e inclusione sociale della Regione Umbra, la Protezione Civile Regionale, le Aziende Usl Umbria 1 e 2, i comuni capofila delle Zone Sociali.
Summer heat on the thermometer

Obiettivo del Piano calore, che fissa il periodo di allerta meteo dal 15 maggio al 15 settembre di ogni anno, è la tutela dagli effetti negativi delle ondate di calore sulla salute di tutta la popolazione con particolare attenzione a distinte categorie di cittadini identificate in base a fattori demografici, di stato di salute e di condizioni socio-economiche.

Proprio per fronteggiare i rischi dell’afa i Comuni della Zona Sociale n. 12, attraverso l’Ufficio della Cittadinanza, in previsione dell’innalzamento delle temperature al di sopra della media stagionale previste per questo fine settimana, al fine di prevenire e contenere i danni alla salute causati da eventuali ondate di calore, invitano i cittadini a seguire le linee guida per un’estate sicura.
In particolare, anziani di età superiore ai 65 anni, soggetti portatori di malattie croniche quali malattie cardiovascolari o respiratorie, soggetti che assumono farmaci o sostanze in grado di modificare la percezione del calore o la termoregolazione, neonati e bambini al di sotto di 1 anno di vita, pazienti affetti da patologie mentali e persone in sovrappeso, soggetti ospedalizzati, ricoverati in istituti di cura o immobilizzati a letto nella propria abitazione, sono invitati ad adottare le seguenti misure preventive:
 Bere molti liquidi, in particolare acqua
– Stare in casa o in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti forniti di aria condizionata tra le 11 e le 16
– Ventilare l’abitazione in particolar modo se si percepisce un surriscaldamento corporeo
– Evitare esercizi fisici all’aperto o in luoghi non condizionati limitando le attività all’aria aperta alle ore mattutine e serali
– Consumare cibi leggeri e fare attenzione alla conservazione degli stessi
– Utilizzare, ove possibile, vestiario in fibre naturali quali lino e cotone
– Non sostare in automobili ferme al sole
Tutti i cittadini, in particolar modo coloro che sono affetti da patologie a rischio, sono comunque invitati a prendere contatto diretto con il proprio medico curante, al fine di ricevere indicazioni sui comportamenti da tenere e sulle misure da prendere in caso di malessere.
Per quanto riguarda le persone gravate da non autosufficienza sarà attivato un particolare monitoraggio delle situazioni di concerto con il servizio ADI e i medici di medicina generale.
Si rinnova, inoltre, l’invito a tutti coloro che lo vorranno a recarsi presso le strutture dell’Ambito Sociale adibite all’accoglienza e dotate di condizionatori d’aria.
Di seguito l’elenco delle strutture:
COMUNE DI ORVIETO:
– Centro Anziani di Orvieto: via Pecorelli n. 15 – tel. 0763/343270
– Centro Anziani e Pensionati di Ciconia: via degli Aceri n. 25 – tel. 0763/390046
– Centro Anziani Orvieto Scalo: via Monte Nibbio – tel. 0763/306284
– Centro Anziani Sferracavallo: via Tevere n. 36 – tel. 0763/342397
– Centro Anziani Canale di Orvieto: Piazza Sirio n. 1 – tel. 0763/29330
COMUNE DI PORANO:
– Centro Sociale Anziani: Corso Vittorio Emanuele n. 15 – Tel. 0763/374104
COMUNE DI CASTEL GIORGIO:
– Centro Sociale Anziani: via Marconi n. 11 – tel. 0763/627910
COMUNE DI CASTELVISCARDO:
– Centro Anziani: Località Prato – tel. 0763/360046
COMUNE DI BASCHI:
– Centro sociale Anziani: via dell’Annunziata n. 2 – tel. 0744/957679
COMUNE DI FICULLE:
– Centro Sociale Anziani: Piazza Cola di Rienzo n. 20 – tel. 0763/886311
COMUNE DI FABRO:
– Casa di Quartiere “La Meglio Gioventù” – Diurno per anziani: via Ferruccio Parri n. 6 – tel. 3388921697/3291757355
Si ricorda infine alla cittadinanza che, in caso di emergenza è possibile contattare, oltre i servizi sanitari e il proprio medico di fiducia, anche l’Ufficio della Cittadinanza al n. 0763/306730 e il Servizio di Protezione Civile al n. 329/6509974.
________________________
Cosa fare quando fa particolarmente caldo? 10 piccoli suggerimenti utili a tutti:
1. Evitare l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde della giornata (11/16). Stare in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti forniti di aria condizionata;
2. Bere molti liquidi, in particolare acqua, mangiare molta frutta;
3. Consumare cibi leggeri e conservare correttamente gli alimenti;
4. Indossare abiti leggeri e comodi (preferibilmente in fibre naturali) e proteggersi dai raggi solari;
5. Non sostare in automobili ferme al sole
6. Conservare accuratamente i farmaci;
7. Evitare esercizi fisici all’aperto limitando le attività alle ore mattutine e serali;
8. Ventilare l’abitazione in particolar modo se si percepisce un surriscaldamento corporeo;
9. Attenzione ai cambiamenti di abitudini e di attività delle persone anziane;
10. Non esitare a contattare il proprio medico in caso di necessità.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com