Italia Nostra “scopre” la via per bloccare definitivamente ogni ampliamento della discarica

Questo articolo è stato letto 414 volte

A seguito di quanto emerso dalla Conferenza di VIA del 23 aprile u.s. Italia Nostra, sezione di Orvieto, nello spirito di piena collaborazione con il MiBACT, si è rivolta alla Soprintendenza umbra con lettera del 23 aprile u.s., chiarendo un aspetto che reputa di fondamentale importanza per il futuro della discarica ‘Le Crete’. La lettera inviata il 18 aprile, che di fatto ha bloccato la procedura di VIA, faceva presente la necessità di acquisire un parere dirimente da parte del MiBACT in presenza di pareri dissimili a firma di due Soprintendenti.

Con la lettera odierna, riportata in allegato, si fa un ulteriore passo in avanti. Appellandosi all’art. 16, comma 4 del Dlgs 165 del 2001, Italia Nostra sezione di Orvieto fa notare che la valutazione dirimente non può essere richiesta in quanto il parere contrario all’ampliamento della discarica è un provvedimento adottato da un ufficio dirigenziale generale, qual era, all’epoca, la Direzione Regionale del MiBACT. Quindi, non solo per contrasto con l’ordinamento gerarchico dell’amministrazione, ma anche in puntuale e specifico riferimento al decreto legislativo sopra richiamato, è a maggior ragione da escludere che uno o più dirigenti di seconda fascia possano, in sede monocratica o collegiale, riformare, interpretare, annullare, modificare un atto emesso da un dirigente generale. Italia Nostra reputa quindi conclusa l’era della discarica nel territorio orvietano e invita la cittadinanza e gli amministratori alla definizione di una più oculata e virtuosa, efficace ed efficiente gestione dei rifiuti.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com