La Polizia di Stato del Commissariato di Orvieto denuncia un giovane truffatore

Questo articolo è stato letto 239 volte

Lo scorso 5 aprile, si era recato in un bar di Orvieto per effettuare una ricarica di un conto gioco on line per l’importo di 200 euro, truffando la ricevitoria ottenendo con raggiri ed inganno la ricarica ma senza pagarla.

E’ così che un trentenne di Grosseto è finito nel mirino degli agenti della Sezione Anticrimine del Commissariato di Orvieto che grazie anche alle riprese di una telecamera interna e dopo attente indagini in banca dati delle Forze dell’Ordine, sono riusciti ad identificarlo. L’uomo, gravato da precedenti proprio per truffe dello stesso o analogo genere, è stato riconosciuto tramite foto segnaletiche dai gestori del bar truffato, così non solo è stato denunciato, ma nei suoi confronti e della sua autovettura, dopo essere stato convocato in Ufficio con uno stratagemma, è stata fatta una perquisizione ordinata dall’Autorità Giudiziaria di Grosseto per un’altra truffa ivi commessa recentemente, truffa in quel caso finalizzata al sequestro di una carta di credito che si faceva caricare fraudolentemente inducendo gli esercizi commerciali in errore e traendoli in inganno.

 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com