Controlli straordinari antidroga. Due ragazzi fermati con marijuana nello zaino di scuola

Questo articolo è stato letto 990 volte

Sono stati fermati, ieri lunedì 12 marzo, a Orvieto, due ragazzi non ancora maggiorenni, nel cui zaino di scuola sono stati rinvenuti 4 grammi circa di marijuana. I due sono incappati in alcuni controlli straordinari del territorio predisposti dal Questore Messineo, finalizzati alla predisposizione di idonee misure mirate a garantire maggiori livelli di sicurezza nelle zone cittadine più a rischio.

In particolare l’intervento delle forze dell’ordine si è concentrato nel monitoraggio di zone del territorio ritenute maggiormente suscettibili dei stringenti controlli, zone individuate anche grazie alle segnalazioni dei cittadini, con particolare riguardo allo spaccio di droga ed ai furti in appartamento. Nei servizi, interforze, diretti dal dirigente del Commissariato, sono stati impiegate, oltre a quelle dello stesso commissariato, anche in borghese, pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Umbria Marche, della compagnia Carabinieri, della Tenenza della Guardia di Finanza, della Polizia ferroviaria, quest’ultima in ambito ferroviario, della Polizia Municipale e una unità cinofila della Polizia di Frontiera di Roma – Fiumicino.

Grazie proprio al cane antidroga “Jamil”, questo il suo nome, condotto egregiamente dal padrone poliziotto, nel corso delle varie perlustrazioni, è stato possibile rinvenire all’interno dello zainetto portato da un ragazzo di 18 anni non ancora compiuti, ed indosso ad una ragazza coetanea, in attesa della funicolare allo scalo ferroviario, 4 grammi circa di sostanza stupefacente tipo marijuana. I due giovani sono stati segnalati al Prefetto quali assuntori.

Tutte le pattuglie inoltre hanno effettuato serrati e approfonditi controlli stradali, con numerosi posti di controllo “a tenaglia”, nei locali pubblici, sale gioco, giardini pubblici e sotterranei dei grossi centri commerciali. Grazie al sistema “Mercurio” delle vetture del Reparto prevenzione Crimine è stato possibile leggere e passare al setaccio oltre 600 targhe in movimento, e grazie a questo “Grande fratello” tecnologico mobile si è riusciti a individuare un’auto priva di assicurazione, per la quale è scattato il sequestro amministrativo. In totale sono stati impiegati circa 30 operatori delle varie Forze di Polizia, controllate circa 80 persone, oltre 40 veicoli nei vari posti di controllo.

 

 

 

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com