L’ex-ospedale lo acquisti il Comune

Questo articolo è stato letto 213 volte

Da diversi anni mi batto – da solo ed inascoltato – affinché l’intero immobile dell’ex Ospedale in piazza Duomo venga acquistato dal Comune di Orvieto. Sostengo questa possibilità perché credo che la comunità orvietana – tramite il Comune – debba tornare ad essere proprietaria di un immobile importante e di pregio come l’ex Ospedale, sia per questioni strategiche, sia perché l’edificio di piazza Duomo rappresenta la storia della nostra città. Metterlo in vendita con un bando “aperto” come sta facendo la ASL rappresenta uno schiaffo alla città, oltre che un potenziale rischio: non è accettabile che la città, la politica ed i tanti “opinion leader” rimangano inerti e silenti di fronte alla vendita dell’ex Ospedale come se questo fosse un immobile simile a qualsiasi capannone industriale.

Oggi il Comune ha i fondamentali finanziari in perfetto ordine ed ha la possibilità di procedere all’acquisto dell’intero immobile, in special modo perché il prezzo della  base d’asta  è assolutamente sostenibile per i parametri di bilancio. Per fare questo, però, serve volontà politica: spetta ai rappresentanti del popolo orvietano impedire che sia il mercato – con tutto quello che rappresenta – a decidere delle sorti dell’ex Ospedale. Come ormai è noto a tutti, il bando con scadenza 20 febbraio 2018 non ha sortito nessun effetto, visto che l’unica offerta presentata è stata dichiarata irricevibile. A breve vi sarà un altro passaggio, ed allora spetta al Comune di Orvieto agire direttamente per presentare un’offerta e tentare di aggiudicarsi la gara. Se dovesse acquistare l’immobile, il Comune avrebbe tutti gli strumenti per fare scelte di alto livello per il bene della città: quindi, perché rischiare di vedersi sfilare l’immobile da potenziali speculatori, e non – invece – agire direttamente per far tornare l’ex Ospedale nella proprietà e nella piena disponibilità della comunità orvietana? Laddove tornasse nella piena disponibilità del Comune tute le ipotesi rimarrebbero in campo – compreso l’albergo di lusso –, ma sarebbe lo stesso Comune a sovraintendere e decidere il futuro e le sorti dell’immobile di piazza Duomo. Gli orvietani non possono permettersi di lasciare che sia una bando pubblico della ASL con sede a Foligno a decidere delle sorti dell’ex Ospedale; così come non possono correre il rischio che l’immobile possa essere acquistato da avventurieri e da faccendieri, soltanto perché ormai la sinistra si è piegata a logiche privatistiche ed è subalterna al liberismo più sfrenato.

E’ urgente e necessario che la città faccia un fronte unico per sollecitare l’acquisto dell’ex Ospedale da parte del Comune. Nel lanciare questa proposta, non si può non rilevare l’ennesima figuraccia del Sindaco e dei suoi Assessori, visto che avevano dato per certo che l’ex Ospedale sarebbe diventato un albergo extra lusso. Come al solito, delle roboanti promesse e dei grandi progetti dell’Amministrazione Germani rimane solo la fuffa.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com