Unitre, sabato 17 febbraio il ricordo di Marcello Conticelli

Questo articolo è stato letto 355 volte

Si chiama “Tra l’incudine e il Marcello – Nove anni dopo” l’iniziativa, promossa dall’Unitre, per ricordare Marcello Conticelli, maestro artigiano orvietano, che si terrà sabato 17 febbraio alle 16.30 nella sala incontri Maria Teresa Santoro di palazzo Simoncelli. A nove anni dalla sua scomparsa, infatti, la scuola diretta da Riccardo Cambri, ricorderà l’artigiano,
allievo del grande Maurizio Ravelli, e le sue opere, dal nuovo reliquiario del santissimo corporale a tutte le parti in ferro, argento e smalti del Corteo storico di Orvieto, fino al disegno di numerosi stendardi, il cofanetto con il calice donato a Paolo VI nel 1964 in occasione della visita pastorale nella nostra città e molti altri lavori pubblici e privati. Coordinerà l’iniziativa la scrittrice e giornalista de “La Nazione” Chiara Santilli. Ospiti, i figli Roberto, Marco e Luca e la moglie Amabile.
Nel corso dell’evento, inoltre, saranno proiettati video e fotografie della vita e delle opere dell’artista- artigiano e celebrato il ricordo di altri personaggi che con Marcello hanno condiviso il percorso artistico: dal Maestro Maurizio Ravelli all’architetto Alberto Stramaccioni, da Luciano Coppola a Nello Riscaldati, oltre ovviamente a Lea Morelli Pacini con la quale Conticelli dette vita a un indissolubile connubio umano e artisico.
Per l’occasione, infine, i familiari hanno voluto provvedere alla ristampa del volume “Tra l’incudine e il Marcello” presentato nel 2008, che sarà donato al pubblico al termine dell’iniziativa. Saranno inoltre esposti lavori dell’artista, tra i quali quelli del Corteo storico gentilmente concessi dall’associazione Lea Pacini.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com