Banda ultralarga, sottoscritta convenzione con Infratel. Tremila unità immobiliari avranno la fibra ottica

Questo articolo è stato letto 403 volte

Il Comune di Orvieto ha recentemente sottoscritto la convenzione con Infratel Italia spa per la realizzazione di reti in fibra ottica per la banda ultralarga sul territorio comunale. Si è svolto infatti, venerdì 9 febbraio,nella sala consiliare, l’incontro tecnico coordinato dall’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Orvieto, Floriano Custolino, incentrato sulla tipologia delle lavorazioni e sulle autorizzazioni necessarie a norma del decreto legislativo 104/2017 in materia, a cui hanno preso parte anche funzionari regionali, rappresentanti della Soprintendenza belle arti e paesaggio dell’Umbria, amministratori, tecnici e responsabili della società appaltante Open fiber spa.
Rivediamo le tappe dell’iter che hanno portato all’accordo di qualche giorno fa.
Come è noto, il 3 marzo 2015 il Consiglio dei ministri ha approvato la “Strategia italiana per la banda ultra larga” in linea con gli obiettivi dell’Agenda digitale europea. Nel maggio del 2015 Infratel Italia, società in-house del Ministero dello Sviluppo economico, ha avviato una consultazione per l’aggiornamento della mappa della disponibilità di connettività a Banda Ultralarga. L’Italia è così risultata divisa in due cluster distinti: aree sulle quali gli operatori hanno manifestato interesse a investire direttamente (aree “a successo di mercato” o “aree nere”) e aree sulle quali si ritiene necessario finanziare gli interventi con fondi pubblici (“a fallimento di mercato” o “aree bianche”). Si è perciò deciso di stanziare, a livello di governo centrale: 2,2 miliardi di euro a valere sul Fondo di sviluppo e coesione (Fsc) 2014-2020; 2 miliardi di euro a valere su Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) e Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), oggetto di specifici accordi di programma e relative convenzioni operative per il loro utilizzo.
Nel corso del 2016, poi, Infratel ha indetto due differenti bandi per la progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione di una banda ultra larga per le “aree bianche”, entrambi aggiudicati alla società Open fiber spa.
La Regione Umbria rientra all’interno della seconda gara Infratel con un valore pari a circa 21 milioni di euro da parte dello Stato, e circa 24,6 milioni di euro di investimento regionale.
Il Comune di Orvieto, aderendo alla convenzione Infratel/Regione Umbria, rientra all’interno della Fase 1 del progetto, ovvero quelle aree che vengono ritenute a “fallimento di mercato” dove, oltre a cablare fibra ottica nelle infrastrutture già esistenti, al fine di ridurre al minimo i disagi, saranno create nuove “dorsali” di fibra per raggiungere e servire con fibra ottica circa 3000 unità immobiliari.

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popups Powered By : XYZScripts.com