Diabete. Accordo USL2 e associazioni di volontariato sul territorio

Questo articolo è stato letto 143 volte

AZIENDA USL UMBRIA 2 ED ASSOCIAZIONI INSIEME PER GARANTIRE UNA RISPOSTA COMPLETA AI PAZIENTI AFFETTI DA DIABETE. SOTTOSCRITTA UNA CONVENZIONE CON SEI ONLUS. I VOLONTARI, FORMATI DALLA ASL, OPERERANNO NEI PUNTI INFORMATIVI DEI PRESIDI E DELLE STRUTTURE AZIENDALI

Garantire al malato diabetico una risposta il più possibile completa in ogni momento della malattia. Con questa finalità la Direzione Generale dell’Azienda Usl Umbria 2 ha sottoscritto, nei giorni scorsi, una convenzione con le associazioni di volontariato che, nel territorio, sono in prima linea per la tutela degli interessi assistenziali, sociali e morali delle persone affette da diabete.

Con tale progetto di collaborazione, siglato con l’Associazione Diabete Orvieto Onlus (ADO), l’Associazione Diabetici Terni Onlus, l’Associazione Diabete del Narnese – Amerino Onlus (ADNA), l’Associazione Diabete Onboard (Associazione di Persone con Diabete di Tipo 1) Onlus, l’Associazione Spoletina per il Diabete Onlus, l’Associazione Camminare con il Diabete Foligno Onlus, l’Azienda Usl Umbria 2 intende avvalersi della collaborazione delle Associazioni attraverso la presenza di personale volontario nelle ore di apertura dei Servizi Diabetologici aziendali e/o nelle strutture ospedaliere con funzioni di ascolto, accoglienza ed informazione rivolte ai pazienti diabetici.

La stipula è stata preceduta da un percorso formativo, concordato tra l’Azienda Sanitaria e le Associazioni, cui hanno preso parte tutti i volontari che andranno ad operare nei centri e nelle strutture sanitarie dell’Azienda Usl Umbria 2. Una metodologia innovativa per accrescere il livello di competenze dei singoli operatori che si interfacceranno con gli utenti

Le Associazioni coinvolte esercitano da molti anni la propria attività con finalità esclusivamente di solidarietà sociale e sono impegnate nell’organizzazione di attività di sensibilizzazione dell’opinione pubblica al problema del diabete, nella promozione di attività di informazione presso i diabetici e le famiglie per una più profonda conoscenza della malattia, per favorirne la prevenzione attraverso la diagnosi precoce e per dare, a chi ne è colpito, uno stile di vita adeguato; nella promozione di idonei mezzi di assistenza per i diabetici e le loro famiglie; nell’organizzazione di iniziative, in collaborazione con gli operatori sanitari, che possano stimolare e aiutare la ricerca; la difesa dei diritti dei cittadini diabetici e la loro integrazione in tutti i campi dell’attività e del tempo libero.

L’obiettivo delle associazioni, sostanziato con la sottoscrizione dell’accordo e l’approvazione della delibera del Direttore Generale n.1221/2017, è di porsi come interlocutori privilegiati delle istituzioni sanitarie al fine di ottenere un miglioramento del servizio che la struttura pubblica eroga per soddisfare le esigenze di cura dei diabetici.

Sin dai prossimi giorni i volontari delle sei Onlus saranno presenti nei punti informativi delle principali sedi aziendali ed opereranno all’interno di programmi individuali concordati con i Medici di Medicina Generale e con gli operatori dei Servizi Aziendali di Diabetologia, al fine di garantire al malato diabetico una risposta il più possibile completa, efficace ed efficiente in ogni momento della malattia.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *