Orvieto Basket fa visita al Perugia

Questo articolo è stato letto 157 volte

DOPO LA VITTORIA IN CASA CONTRO GUALDO ARRIVA PER LA VETRYA ORVIETO BASKET IL MOMENTO DI UN’ALTRA SFIDA DI GRANDISSIMO SPESSORE E SIGNIFICATO: QUELLA CONTRO I CAMPIONI IN CARICA DEL PERUGIA BASKET, IN PROGRAMMA AL PALAFOCCIÀ DI FERRO DI CAVALLO DOMENICA 12 NOVEMBRE ALLE 18.

I ragazzi di coach Brandoni andranno a far visita ai grifoni, vincitori dello scorso campionato, che molto hanno cambiato sia nello staff tecnico sia nel roster.

Dopo una gestione piena di successi Luca Monacelli ha lasciato la panchina di Perugia e ha visto subentrare al suo posto Giorgio Piselli, storico nume tutelare della pallacanestro perugina che lo scorso anno ha guidato l’under 18 e la serie D della società, squadre entrambe portate alla vittoria del rispettivo campionato.

Coach Piselli può contare su un roster molto giovane che è cambiato molto rispetto alla scorsa stagione e che è formato da molti elementi presenti proprio nella squadra vittoriosa lo scorso anno in serie D.

Rispetto allo scorso anno Perugia ha dovuto salutare pedine fondamentali come capitan Ciofetta, Cinalli, Lorenzo Righetti e Santantonio, che hanno salutato il Grifo chi per motivi di studio chi per nuove esperienze. Sono rimasti invece quelli che ormai sono i senatori del gruppo, ovvero Marsili, Guido Provvidenza, Domenis , Tommaso Righetti e Gagliardoni. Il primo è una vecchia conoscenza di Orvieto, con cui è stato protagonista nell’anno della promozione in serie B, allenato proprio da coach Brandoni. Ottimo tiratore da tre punti, Marsili è la principale fonte offensiva di Perugia, che beneficia dei pericoli da lui creati. Guido Provvidenza è anche lui un esterno di assoluto valore e che con le sue doti offensive può creare più di un problema alla difesa biancorossa. Domenis è invece un play molto bravo in conduzione, che si trova molto a suo agio nei ritmi alti preferiti dai grifoni. Tommaso Righetti è un lungo atletico ed energico, che può essere un fattore a rimbalzo sia in attacco sia in difesa e capace di produrre punti dalle seconde opportunità. Gagliardoni è un lungo esperto, che si fa carico di un lavoro magari poco visibile ma di grande peso specifico.

Il resto del roster è formato dai giovani del vivaio della società, molti dei quali protagonisti nella vittoria dello scorso campionato di serie D. Il più “anziano” è il capitano di quella UISP Perugia che ha battuto l’Atomika Spoleto nella finale promozione, ovvero Francesco Antonielli, lungo anche lui atletico e esperto in quelle celeberrime piccole cose che sono però di grande importanza nell’arco di una partita. Seguono poi i giovani Ciofetta, Nana, Ragni, Spagnolli, i due Provvidenza e Gomez, che si sono già dimostrati in grado di tenere il campo con i senior con un contributo tangibile.

Orvieto dovrà essere brava a limitare la transizione dei perugini, da sempre l’arma con cui Perugia prova a indirizzare le partite a proprio favore, e a costringerla così a ritmi più bassi di quelli a cui è più abituata, per sfruttare anche al meglio i mismatch che potrebbero venire a crearsi.

Palla a due domenica 12 novembre alle ore 18 a Ferro di Cavallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *