Torre San Severo, fiamme in un bosco. Evacuate quattro abitazioni

Questo articolo è stato letto 345 volte

Un vasto incendio è scoppiato nel pomeriggio di martedì 8 agosto in un bosco non lontano dall’abitato di Torre San Severo.  Sul posto sono presenti numerose unità dei Vigili del Fuoco di Orvieto ed Amelia. A causa del forte fumo e delle fiammequattro abitazioni sono state evacuate. L’odore acre del fumo intenso è chiaramente percepibile sulla rupe e a Ciconia. Si sta valutando la decisione di impiego di Canadair.

Report di Protezione Civile

Si è sviluppato intorno alle ore 14.45 un vasto incendio nei pressi di Torre San Severo, nel Comune di Orvieto. Inizialmente una pattuglia di avvistamento incendi si è recata sul posto per valutare la situazione, che subito ha fatto intervenire, inizialmente un modulo con due operatori, seguito da una botte con un altro operatore. Circa mezz’ ora dopo due squadre composte da due Volontari cadauna con un altro mezzo antincendio e un modulo si sono recate sul posto per rifornire acqua ai mezzi operativi sia della Protezione Civile.

I Vigili del Fuoco (di Orvieto, Terni, Spoleto e Amelia) sono intervenuti con n° 8 mezzi ed un Canadair, e l’impiego di n° 20 unità.

Presente anche l’Agenzia Forestale Regionale con 2 squadre, con mezzo pick-up e un Unimog con botte.

Alle 15.00 si è reso necessario aprire il C.O.C. per la gestione dell’emergenza.

Tramite l’attivazione del S.O.U.R. della Regione Umbria, sono intervenuti anche le Squadre Antincendio della Protezione Civile di San Lorenzo e Acquapendente e squadra della Prociv Allerona e Monteleone.

Totale 10 mezzi e 30 volontari impegnati nell’ evento.

Visto il coinvolgimento di 10 abitazioni, lambite dal fuoco, si è reso necessario allontanare i residenti, per poi farli rientrare dopo la conclusione delle operazioni di spegnimento e bonifica.

Al momento della chiusura del C.O.C., ovvero alle ore 21.00, non risultavano persone fuori dalle proprie abitazioni.

Intanto su un altro incendio, che ha visto interessata una piccola zona tra i Comuni di Fabro e Ficulle, sono intervenuti i Volontari Antincendio di Montegabbione.

Si ricorda e raccomanda a tutta la popolazione, stante la situazione climatica attuale e per disposizione dell’ordinanza sindacale dello scorso Luglio, che è tassativamente vietato accendere fuochi o uso di fiamme libere all’aperto. E’ Fatto obbligo ai proprietari di terreni e aziende agricole di effettuare solchi ai confini delle proprietà adiacenti strade o abitazioni. Saranno effettuati controlli a campione, e eventualmente comminate contravvenzioni. Si ricorda ulteriormente che, chi provoca dolosamente o colpevolmente incendi, incorre in procedimenti penali e all’eventuale pagamento dei danni provocati.

foto Gilberto Frellicca

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *