Stadio “Luigi Muzi”: nuova precisazione dell’Assessore allo Sport

Questo articolo è stato letto 282 volte
“Stadio Luigi Muzi”: Precisazioni dell’Assessore Croce in merito alla replica dell’Associazione “Libertas Orvieto” 
In merito alla odierna replica dell’Associazione “Libertas Orvieto” a proposito dello Stadio Comunale “Luigi Muzi”, la Vice Sindaco e Assessore allo Sport, Cristina Croce puntualizza quanto segue:
“Si ribadisce che la semina del campo erboso dello stadio ‘Luigi Muzi’ non è potuta avvenire nel mese di maggio per la concomitanza degli eventi già indicati nella precedente nota. Il campus estivo dell’Arsenal Calcio era, infatti, programmato con inizio dal 25 giugno fino al 9 luglio, vi era pertanto tutto il tempo necessario per la buona riuscita della riqualificazione del manto erboso (1 maggio / metà giugno). 
                 
In merito alla vicenda si ricorda che con nota prot. n. 42747 del 1° dicembre 2016 (ben sei mesi prima dell’inizio del campus) l’Associazione ‘Federico Mosconi’ richiedeva all’Amministrazione Comunale l’utilizzazione dello stadio ‘Luigi Muzi’ per lo svolgimento del campus Arsenal nel periodo suddetto. Il Master di Atletica Leggera che, a detta della Libertas, avrebbe rischiato di ‘saltare’ è giunto all’attenzione dell’Amministrazione solo molti mesi dopo l’impegno già preso con Arsenal. 
Ciononostante, l’Amministrazione Comunale, riconosciuta l’importanza dell’evento dei Campionati italiani Master di Atletica proposto dalla Libertas, che avrebbe condotto ad Orvieto numerosi sportivi, ha fatto del tutto per far sì che entrambi gli eventi potessero svolgersi.
Ed infatti così è stato, grazie ad un accordo raggiunto tra Comune, Associazioni Federico Mosconi, Arsenal e Libertas, in cui tutti, nessuno escluso, hanno fatto la loro parte, nello spirito della piena e fattiva collaborazione che ispira le associazioni che si occupano di sport. 
Si ribadisce altresì che, in merito allo spostamento della gabbia dei lanci, gli accordi erano che il Comune avrebbe ‘risolto la questione’ istallando la gabbia nel terzo campo a propria cura e spese, dopo l’acquisto della stessa da parte della LIBERTAS, come peraltro da questa evidenziato nella replica. 
L’impegno dell’Amministrazione resta in tal senso valido.                     
Quanto infine ai contributi che l’Amministrazione eroga alle varie associazioni che ne fanno richiesta, da cui non è certamente esclusa la Libertas, alla quale l’Amministrazione Comunale e questo Assessorato hanno sempre riconosciuto il ruolo importante e prezioso svolto per lo sport orvietano, gli stessi vengono destinati considerando valutazioni e priorità dell’Amministrazione Comunale, sulla base della normativa vigente ed oggi anche alla luce del nuovo Regolamento in materia di contributi approvato nell’ultimo Consiglio Comunale di luglio”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *