Non piace ai cittadini l'ordinanza che chiude via Signorelli

Questo articolo è stato letto 42 volte

Da sabato 8 luglio scorso, a Orvieto, in pieno centro storico, è in vigore l’ordinanza a tutela di Piazza Duomo. Il provvedimento, licenziato dalla giunta Germani la scorsa settimana, intende interdire al traffico veicolare la zona intorno alla Cattedrale mediante l’adozione di alcuni provvedimenti che riguardano principalmente l’estensione della ztl di via Maitani a 24 ore. Accanto a questa decisione, che mira a preservare l’area di piazza Duomo, rendendola definitivamente isola pedonale, sono stati aggiunti alcuni altri provvedimenti che, secondo quanto si apprende in città, risulterebbero poco graditi alla popolazione. Se infatti la realizzazione di una zona pedonale h24 intorno al Duomo non disturba nessuno e anzi ha incontrato fin da subito il favore della cittadinanza, così non sembra essere per quanto riguarda l’assunzione di un simile provvedimento per via Luca Signorelli, Piazza Gualterio e via dei Gualtieri. Qui l’ordinanza chiude al traffico un tratto di viabilità che se è vero che si interseca con via del Duomo, e quindi attraversa una zona pedonale, è anche vero che consente di “tagliare” la città in due e offrire l’opportunità, dalla zona di San Francesco di arrivare a piazza Marconi bypassando appunto il Duomo, arrivando anche a piazza Cahen e volendo anche nella parte opposta di San Domenico. Uno stop “politico” che crea non poca perplessità: in molti infatti non si spiegano come mai si sia preso un provvedimento così impattante che costringerà molti automobilisti ad uscire da Orvieto e rientrarvi per raggiungere l’altro capo della città. “In realtà – afferma il comandante della Polizia Municipale di Orvieto, Mauro Vinciotti – il divieto di transito su tale vie già c’era, era solo di poche ore, ma c’era. Non abbiamo fatto altro che estendere a tutta la giornata il divieto per non scaricare tutto il traffico inibito al passaggio in piazza Duomo proprio su via Signorelli e, di conseguenza, sull’attraversamento della stessa su via Duomo. In ogni caso – spiega Vinciotti – con la riapertura delle scuole, almeno in queste vie tutto tornerà come prima.” Un provvedimento quindi che in linea con molti altri interventi dell’attuale giunta, intende valorizzare la “vocazione turistica” di Orvieto come affermato recentemente dall’assessore alla Mobilità Andrea Vincenti. Ma i cittadini, questa ordinanza, o almeno la parte che riguarda le vie Signorelli e Gualtieri, non l’hanno presa proprio benissimo.


Un riepilogo dell’Ordinanza

L’ordinanza in vigore dall’8 luglio scorso disciplina l’interdizione al traffico veicolare in piazza Duomo mediante l’adozione dei seguenti provvedimenti: estensione dell’orario di chiusura della ztl di via Maitani all’intero arco delle 24 ore (sono esclusi i mezzi di soccorso e/o pronto intervento, i veicoli al servizio di persone diversamente abili, i veicoli dei residenti delle vie Maitani, Cerretti, Pedota e dei Dolci, il servizio del trasporto pubblico locale, i veicoli adibiti al carico e scarico delle merci regolarmente autorizzati negli orari in vigore nella ztl., taxi, Ncc. ed i veicoli diretti al parcheggio Duomo), per quanto riguarda i residenti di via Cerretti e dei Dolci, scatta obbligatoria la svolta a sinistra all’immissione su via Maitani in direzione piazza Febei. Inoltre l’intervento di ordinanza instaura il divieto di transito, sempre durante le 24 ore, in via Luca Signorelli, Piazza Gualterio e via dei Gualtieri, fatta eccezione per i residenti delle vie interessate dal provvedimento, per i titolari di posto auto presso l’autorimessa ubicata in via dei Gualtieri, per i veicoli adibiti al carico e scarico delle merci, taxi, Ncc. Tali provvedimenti – recita l’ordinanza – resteranno in vigore fino alla riapertura delle scuole, ad eccezione della parte che riguarda piazza Duomo.

 

 

I

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *